Marinetti, la cucina futurista, qualche menù e “Questanottedame”

Ambasciatore Juri Badalini per il Calendario del Cibo Italiano – Italian Food Calendar. Era il 12 gennaio 1910 quando in occasione di un congresso futurista tenuto al Politeama Rossetti, a Trieste, i commensali decisero di invertire l’ordine delle portate: partendo dal caffè e concludendo con gli antipasti e gli aperitivi. “Per non llimitare il senso della tattilità, fu eliminato l’uso delle … Continue reading

Baccalà al latte di capra con verzottino e riduzione di pera: Martino Scarpa dell’Osteria Ai Do Campanili si aggiudica la VII edizione del Trofeo Tagliapietra

Cosa c’è di più scontato che cominciare un articolo con frasi del tipo  “nel bellissimo contesto …” o “nella fantastica cornice..”?  Eppure –  sarà la bellezza che, lasciando senza parole,  induce a commenti  stereotipati? –  è proprio quello che viene in mente per descrivere l’emozione e le sensazioni che, al netto dei contenuti della serata, di cui parlerò subito,  ho … Continue reading

“Lingua e ricetta …cuoca perfetta”. La narrazione del cibo tra oralità, scrittura e racconto

Che il cibo sia lingua e linguaggio, sia sistema di comunicazione ce lo ricorda un proverbio: “Parla come mangi” e se è vero che la scrittura viene dopo il parlare possiamo anche dire che la cucina esiste prima dei ricettari ma che dire il cibo è sempre stata una necessità che è cambiata nel corso del tempo.  Oggi siamo sommersi … Continue reading

Buon Natale

Fatti come la nascita da una vergine e la resurrezione dalla morte costituiscono ovvi archetipi universali, condivisi dalle mitologie di molte culture. […] Ad esempio, la scelta del 25 dicembre come giorno della nascita di Gesù è mutuata dalla festa del Sol Invictus, “Sole Invitto”, il Dio Sole (El Gabal) che l’imperatore Eliogabalo importò nel 218 a Roma dalla Siria. … Continue reading

Benvenuto 2017. E chi ben comincia non dimentica il gesto gentile di preparare la colazione

La somma di 2017 è dieci, quindi Uno.  Per la numerologia, per la Kabbalah e anche per Pitagora il numero uno corrisponde all’inizio, all’energia mentale, alle nuove partenze ed ai nuovi inizi. Corrisponde alla volontà. E anche all’unità visto che è divisibile solo per sé stesso. Ma per realizzare bisogna anche voler realizzare: non basta l’intenzione, ci vuole la forza … Continue reading

“Anonimo Veneziano” ovvero storie di amore e di forza, di donne e di baccalà per l’Mtchallenge #60

La sfida #60 dell’Mtchallenge, lanciata dal Mai Esteve, verte sulla tapitudine ovvero il “piatto che meglio rappresenta lo stile di vita della Spagna tutta/ Cataluna sobra todos.” Nel suo post magistrale Mai ci spiega che si fa presto a dire “tapas” e ci porta per mano, e pazientemente, in un mondo gastronomico gaudente e complesso chiedendoci quindi di “tapeare” in … Continue reading

Cosa ne facciamo dei morti? Anche festeggiarli con i colori della Natura che entra in letargo con un pane al mais e una composta di zucca allo zenzero

Cosa ne facciamo dei morti? E’ la domanda che da sempre si è posto l’uomo nell’affrontare, con le armi spuntate che si ritrova, il mistero della morte e dell’assenza di chi fino a pochi minuti prima era palpitante di vita. Da vivi, chi più e chi meno, si è sempre molto affaccendati e la morte, oltre all’assenza, porta con sé … Continue reading

CHIEDIMI SE SONO FELICE e #MTC56 ovvero Biscotti Bestiali per pelosi molto saggi e moderatamente gourmet

Pina, ma secondo te sei felice? “Spiegati, che se ti bastano 24 caratteri per incartarti comincio a preoccuparmi.” Era da qualche tempo che volevo affrontare questo argomento con Pina ma ci voleva una giornata con un cielo tanto inquieto, che neppure Caravaggio sarebbe riuscito a dipingere, per trovare una certa lucidità nei pensieri che mi tormentano da qualche tempo. Si, … Continue reading

Brodetto dell’Adriatico o Broeto de pesse alla ciosòta per Mtchallenge #55

Pina si arrampica sul tavolo della cucina, dove è già posizionata A-gata, in silenziosa attesa da una buona mezz’ora e, facendosi largo tra libri e appunti, tenta una conversazione. “E così hai vinto la sfida del miele lanciata da Eleonora e Michael.”  Già – rispondo io, senza alzare lo sguardo perso tra le carte – e il filo conduttore rispetto … Continue reading

Le graffe napoletane per il Calendario del Cibo Italiano e qualche storia carnevalesca da leggere in Quaresima

Ambasciatrice Ilaria Talimani per il Calendario del Cibo Italiano – Italian Food Calendar per la settimana del Carnevale. Qualche anno fa Umberto Eco si era posto una domanda non da poco: “Che senso ha celebrare una ricorrenza in un mondo in cui il Carnevale viene proposto per trecento e sessantacinque giorni l’anno? Non ci resta che sperare nella Quaresima.” Nel passato infatti il Carnevale … Continue reading